HOME CHI SIAMO SITI AMICI CONTATTI
 
Testimonianze

Agnese
Cogliamo l'occasione per ringraziarvi dei preziosi esercizi e consigli del corso...FONDAMENTALI!!!
Ci hanno aiutati a godere questa straordinaria esperienza senza perdere la testa per il dolore...
Grazie mille!!!
Marta & Andrea
mamma e papà di Agnese
%%alter1%%

Elena
Nonostante i numerosi segnali, i medici hanno confermato che ero in attesa solo al 4 mese di gravidanza circa.
Alla conferma dell'arrivo di Elena ci siamo chiesti che cosa potessimo fare per non arrivare impreparati alla sua nascita. Ci è stato proposto il corso Respiro-Movimento-Integrato, con la prospettiva di condividere assieme ad altre coppie le emozioni della gravidanza e i dubbi.
Di settimana in settimana abbiamo conosciuto quello che cambiava nel nostro corpo e nella nostra mente.
Questo corso ci ha resi consapevoli della grande fortuna che ci stava capitando; ha accresciuto il nostro rapporto di coppia in quanto avevamo strumenti per comprendere il modo di vivere la gravidanza di entrambi, uomo/donna.
Alla nascita della nostra bambina, anche se con cesareo programmato vista la posizione podalica, eravamo una coppia emozionata, ma pronta ad accogliere e ad amare nostra figlia.

Martina & Gianluca
mamma e papà di Elena
%%alter1%%

Giorgia
Questo corso è stato un bellissimo viaggio di coppia, nel quale abbiamo potuto vivere intensamente questo periodo magico che è la gravidanza.
Ci ha permesso di vivere a pieno le emozioni, le sensazioni che Giorgia trasmetteva crescendo dentro di me. Abbiamo avuto modo di conoscerla e comunicare con lei attraverso la comunicazione, la musica, il massaggio, la respirazione, il gioco. 
Ho imparato anche a conoscere meglio il mio corpo e le mie potenzialità, che ho espresso a pieno nel momento del travaglio e del parto. E soprattutto grazie ai metodi di respirazione, che mio marito ha svolto sempre assieme a me, ho potuto vivere il dolore come una grande onda che mi attraversava il corpo, trasfomandolo quasi in piacere!

Serena & Christian
mamma e papà di Giorgia
%%alter1%%

Giovanni
Guardare ogni giorno il nostro piccolo mentre gioca, sorride e gorgheggia ci riporta con il pensiero a quei meravigliosi nove mesi in cui abbiamo iniziato ad amarlo nella scoperta, nel desiderio e nell'attesa.
Essere genitori è un' esperienza meravigliosamente bella dove ogni istante passato con nostro figlio diventa una conquista, una scoperta che
impreziosisce il senso del nostro essere ed alimenta quell'amore unico e
incondizionato che si prova verso il proprio figlio.
 
Il corso “Parto-Nascita-Accoglienza“ ci ha aiutato a vivere la gravidanza in modo più consapevole, ci ha insegnato a creare una comunicazione speciale tra noi (coppia) e il bambino, ci ha insegnato a condividere emozioni e paure...e cosi tutti e 3 insieme siamo arrivati pronti e sereni ad
affrontare il travaglio, consapevoli che il dolore fisico di quelle ore racchiudeva solo il senso del “donare la vita”, non nella sofferenza ma nella gioia.
Ogni uno di noi ha dato il suo contributo rendendolo un momento emozionante e speciale. Ringraziamo per averci accompagnato in quest' avventura che ci ha dato la possibilità di vivere la gravidanza e la nascita di Giovanni come crescita personale, di coppia e di famiglia.

Elisa & Alessandro
mamma e papà di Giovanni
%%alter1%%
Francesco

Io e mia moglie abbiamo partecipato  a un corso di preparazione al parto, dal nome Respiro e Movimento Integrato. Durante questi incontri  venivamo formati su come potevamo concretamente prepararci al momento della nascita in modo da essere il più consapevoli possibile delle varie fasi del travaglio e del parto vero e proprio.
Attraverso gli esercizi concreti che ci hanno insegnato, ovvero esercizi di  visualizzazione, respiro, movimento, e ascolto del proprio corpo praticati  a casa con frequenza giornaliera e costante, ho visto come mia moglie ha approfondito la sensibilità con il suo corpo e con il bimbo. Anch’io praticavo queste tecniche, ero più in contatto con il mio corpo mi lasciavo andare e entravo velocemente in rilassamento profondo.
Incredibilmente ho visto su di me e molto chiaramente nella mia compagna, come questi esercizi hanno aiutato concretamente a sciogliere le tensioni a rilasciare emozioni, accettare stati d’animo spiacevoli e lasciar andare le paure.
Diventavo con il passare delle settimane consapevole che se non avessimo praticato questi esercizi tutta questa carica emotiva avrebbe preso il sopravvento durante il travaglio-parto e non saremmo riusciti a gestirla. Tutti questi esercizi richiedevano tempo e iniziavo a capire in anticipo che essere genitore è un impegno concreto a cui è necessario dedicarsi con costanza.
Grazie a questo percorso  ci siamo avvicinati al momento della nascita più informati, più sicuri di noi stessi, delle varie possibili dinamiche che possono accadere.
Mi sono sentito inoltre coinvolto pienamente nella gravidanza, ho visto come la mia presenza fosse rassicurante ed ero consapevole che il nostro bimbo Francesco si arricchiva della mia presenza costante e sicura.
Quando raccontiamo a parenti o amici del percorso che abbiamo vissuto spesso il  loro primo impatto è quello di commentare che “i bambini sono sempre nati e cresciuti bene, anche senza dargli tutta l’attenzione e dedicare tutto quel tempo a comunicare con il feto dentro la pancia della mamma”; ma quando qualcuno di questi approfondisce, inizia a chiederci e a voler sapere più dettagliatamente della nostra esperienza, possiamo entrare più nell’emotività di questo periodo di attesa; e spesso accade che anche gli occhi  di questi curiosi auditori si velano di gioia.

E sono la gioia e l’amore  provato, che rimarranno sempre nella nostra memoria.

Mamma e papà di Francesco

Lorenzo
Prendere contatto con Lorenzo: in un primo momento mi suonava strano che un piccolissimo fagiolino potesse ascoltare me e la sua mamma, riconoscendo la nostra voce…sembravano più che altro belle parole che aiutavano e rafforzavano il cammino della gravidanza. Invece tutt’altro che parole! A sorprendermi erano i fatti, così veloci nel loro susseguirsi: dopo una carezza, dopo una stimolazione il mio piccolo fagiolino mese dopo mese si faceva capire, dialogava con noi (a suo modo) e ci faceva sentire partecipi di qualcosa di straordinario.
Dal punto di vista di papà, aver seguito queste fasi mi è servito ad entrare davvero in contatto con Lorenzo. Ciò che più mi ha sorpreso durante la gravidanza era il suo calcetto al momento del mio ritorno a casa: questa è la più bella cosa per un papà in quel momento.
Il rapporto con la mamma si è fortificato e maggiormente addolcito, condito da moltitudini di coccole e baci…e mi pare giusto, dovevano essere doppi!!
Accompagnare alla nascita il nostro bambino, scoprendo come sviluppa tutti i sensi presenti in ogni essere umano è un qualcosa di fondamentale per partire col piede giusto in quella che sarà l’educazione futura. O meglio, l’agevola di gran lunga, per il fatto che ci conosciamo già molto bene.
Io consiglierei a tutti di intraprendere un simile percorso per migliorare i rapporti, anche se ottimi, ma soprattutto per il futuro dell’esistenza di quel fagiolino che tra 9 mesi, nascendo, ci farà scoppiare in lacrime di gioia.

Luca & Federica
papà e mamma di Lorenzo
%%alter1%%
La stampa

Recensione libro "Mamma e Papà: l'attesa di un bambino" di Gino Soldera
%%alter1%%
Educare il bimbo in pancia - recensione
(L'Azione)

%%alter1%% Dal libro "Mamma e papà: l'attesa di un bambino" di G. Soldera - Recensione
(Città Nuova - estate 2014)
%%alter1%% "Mamma e Papà: l'attesa di un bambino" - recensione (aprile 2014)
%%alter1%%
In attesa di un bimbo. Il libro di Soldera per mamme e papà - recensione
(aprile 2014)
%%alter1%%
Eterologa: una sfida pericolosa
(aprile 2014)
Educare ad Essere: un contributo all'emergenza educativa di oggi
(Zenit - giugno 2014)
%%alter1%%
Il valore dei papà
(Focus - marzo 2014)
L'attesa dei papà 
(Dolce Attesa 2013)
%%alter1%%

Lo psicologo per le donne in gravidanza
(La Tribuna - giugno 2012)

Da Conegliano un pronto soccorso per le donne incinte in Emilia
(L'Azione - giugno 2012)

La psicosomatica del respiro
(News ANPEP -  dicembre 2011)

La malattia linguaggio dell'anima
(L'Azione -  maggio 2011)

Cogliere per tempo il disagio
(L'Azione maggio 2011)

Convegno e mostra su matrimonio e generatività
(L'Azione - marzo 2011)

Prima vengano i bambini
(L'Azione febbraio 2011)

Educazione all'Essere, ne parla Gino Soldera
(La Tribuna ottobre 2010)

Infertilità: i rimedi ci sono!
(Donna Moderna luglio 2010)

Compaesani che si fanno onore: Gino Soldera
(Torre di Veglia luglio 2010)

Educazione Prenatale
(L'Azione marzo 2010)

Maternità senza ferie, medico "bacchetta" la Gelmini
(La Tribuna novembre 2009)

"Punto Famiglia Nascente" Inaugurazione oggi a Parè
(La Tribuna giugno 2009)

La sua giornata nel pancione
(Dolce Attesa novembre 2008)

Scopri il legame con i segnali di pelle
(Io e il mio Bambino marzo 2008)

Scopri il legame con lo yoga
(Io e il mio Bambino gennaio 2008)

Così cresce con amore
(Io e il mio Bambino dicembre 2007)

Scopri il legame con l'acqua
(Io e il mio Bambino settembre 2007)

Scopri il legame con la visualizzazione
(Io e il mio Bambino luglio 2007)

Una triade perfetta
(Dolce Attesa giugno 2007)

Scopri il legame con la voce
(Io e il mio Bambino giugno 2007)

Scopri il legame con il tocco
(Io e il mio Bambino aprile 2007)

Parto indolore si o no
(Donna & Mamma gennaio 2007)

Ciao piccolo, sono tuo padre
(Dolce Attesa gennaio 2007)

Imprinting ed Epidurale
(Salute, 2007)

Messaggi segreti d'amore...
(Insieme dicembre 2006)

Consigli di benessere
(Donna & Mamma giugno 2006)

Dentro di te lui vede, sente, ascolta...
(Donna & Mamma maggio 2005)

Il vissuto di un bambino speciale
(Etica per le professioni gennaio 2005)

Percezioni prenatali
(Newton Oggi 2002)

Nove mesi di sogni
(Donna & Mamma aprile 2002)

Alcune proposte per avere bravi papà
(L'Azione marzo 2001)

Così lui ci ascolta
(Donna & Mamma maggio 2000)
 
HOME
CHI SIAMO
SERVIZI
APPUNTAMENTI
DICONO DI NOI
LETTURE CONSIGLIATE
LE VOSTRE DOMANDE
CONTATTI
SITI AMICI
 
 


Segreteria Nazionale ANPEP
Via Padova, 37
31015 Conegliano
sede@sedeanpep.it
Piva 03647320260

Cookies policy