RESPIRO - MOVIMENTO INTEGRATO

In passato si pensava che il nascituro fosse un essere indifferenziato, dotato di corpo ma non di mente: un sistema motorio disorganizzato, incapace di sentire e di percepire, privo di possibilità relazionali e comunicative. Oggi sappiamo che non è così, per questo il nostro metodo pone al centro il bambino, con la sua realtà, le sue competenze e le sue grandi potenzialità. In questo senso la pratica degli esercizi proposti permette ai genitori di affinare la loro sensibilità psicofisiologica, necessaria per entrare in contatto con il piccolo.

In questo metodo di preparazione al parto-nascita-accoglienza i papà sono invitati a partecipare a tutti gli incontri e a praticare tutti gli esercizi, in quanto mamma e papà insieme rappresentano il nucleo sicuro che contiene ed accoglie il nascituro già presente nel cuore di ognuno di loro. ù

Il bambino, coinvolto come protagonista attivo in ogni esercizio (ed in particolare in quelli di comunicazione) è valorizzato a partire dalle sue competenze e soprattutto dalla sua individualità che verrà colta progressivamente, esperienza dopo esperienza.

Questo metodo aiuta a vivere l’esperienza della preparazione alla nascita come occasione di crescita personale, di coppia e della famiglia.


  PERCHÉ QUESTO APPROCCIO?

Il metodo Respiro - Movimento Integrato nasce dall’intento di operare a favore del parto fisiologico e di una nascita spontanea e naturale. In questo senso promuove il benessere del sistema triadico padre-madre-figlio.

Questo approccio mette in condizione il padre di accompagnare e assistere consapevolmente la moglie durante il travaglio e il parto, accogliendo attivamente il figlio. In questo modo non solo migliora il livello di assistenza da parte del papà, ma anche il senso di intimità durante la nascita.

Il percorso rafforza inoltre l’autostima personale della mamma, la fiducia nel proprio corpo e nel proprio intuito.

In definitiva, offre alla famiglia i mezzi per realizzare il ruolo da protagonista che le compete.